Gruppo Locale di Conservazione 034 (GLC034)

Gruppo Locale di Conservazione 034

Il 19 Novembre 2012 è stata approvata dalla Lipu la costituzione del Gruppo Locale di Conservazione 034 "Garzaia della Carola" (a fianco il documento ufficiale). Tale Gruppo Locale di Conservazione (GLC) ha come obiettivo quello di monitorare costantemente le specie animali, con particolare attenzione per quelle ornitiche, e vegetali presenti nel SIC/ZPS IT 2080018 “Garzaia della Carola” situata a San Genesio ed Uniti (PV), in modo da mantenere aggiornati i dati riguardanti l’andamento delle specie ed intervenire prontamente nei confronti di eventuali minacce.

Elisa Altobelli è stata designata responsabile coordinatore del GLC, gli altri membri e collaboratori sono Davide Airaghi, Tiziana Scabini, Matteo Anni, Fabio Ferrari.

In data 12 Luglio 2013, la Provincia di Pavia, quale ente gestore del SIC/ZPS ha ufficialmente incaricato i membri del GLC a promuovere progetti di ricerca sulla componente vegetale e faunistica.

Cos’è un Gruppo Locale di Conservazione LIPU?

Un Gruppo Locale di Conservazione è costituito da un individuo o un gruppo di individui che su basi preminentemente volontaristiche ha/hanno l’obiettivo di monitorare e conservare un’area di rilevante importanza per quanto riguarda le specie ornitiche sia per la notevole presenza di specie sia per la presenza di popolazioni di specie rare o minacciate. Tali aree vengono indicate con l’acronimo di IBA (dall’inglese Important Bird Area).

Il progetto si basa sull’iniziativa di BirdLife International, organizzazione non governativa che si prefigge la protezione di tutte le specie di uccelli del mondo. La LIPU (Lega Italiana Protezione Uccelli e partner italiano di BirdLife) ha attivato questo progetto tra i propri volontari anche in collaborazione con altre associazioni attive nel panorama ornitologico.

 

L’obiettivo è quello di costituire gruppi di volontari che monitorino costantemente le IBA e che la LIPU possa, in tal modo, contare su dati affidabili e continuativi. Tali dati, fondamentali per poter tutelare le IBA, verranno inseriti dallo staff della LIPU all’interno di un database mondiale gestito da BirdLife. I dati ornitologici costituiscono, infatti, il prerequisito indispensabile per la tutela di questi siti in un’ottica di rispetto delle Direttive europee “Uccelli” e “Habitat”.

All’interno delle IBA e dei Siti Natura 2000 i membri dei Gruppi Locali di Conservazione si impegneranno a monitorare:
  1. le condizioni in cui si trovano le IBA e i siti Rete Natura 2000, vale a dire lo stato di conservazione in cui versano gli habitat e le specie all’interno di tali siti;
  2. i fattori che minacciano le IBA e i siti Rete Natura 2000;
  3. le azioni di conservazione che sono state adottate per valutarne l’effettiva efficacia.